Panta Rei

Panta rei stands for “everything flows”, not a big discovery right?! We all know that every day is a new day and it’s a different one from the previous. If I recollect my Chemistry, it’s just a matter of entropy. Entropy is the measure of the degree of disorder of a system. The second law of Thermodynamic states that the entropy of an isolated system can just increase.

Dai drammatici tempi del liceo, la massima simbolo del filosofo Eraclito, mi è rimasta stampata in testa a carattere cubitali, greci ovviamente…

…e continua in Italiano

 

Our life is meant to gain complexity, our existence is driven by an hidden force that bears instability, surprises, a chain of destruction and construction. Either I want or I do not.

The last month has been a theatre of all the above(maybe the last two months…). Look for a new house, find a likeable address, quickly make a decision, rack your household into boxes, recover it and replace it in the new foreign and forgotten space(because from the time you saw the place to the time you are actually moving in…you forgot everything, no ideas on the colour of the walls, the size of the rooms…a blank slate). We celebrated Christmas, that’s nothing new, but it’s summer and it makes for a good twist. Christmas deserves proper celebration and here you are trying to figure out a new way to do that with a series of many Christmas in your head, without being nostalgic though … good luck with that!

Everything changes, everything flows, building it’s an endothermic reaction, hence an act of freewill that requires tons of energies, it’s not spontaneous, it’s brave, you never really know what you are going to end up with, but you must try because going forward is your headline.

We are drawing a new world and a new life, with different habits and customs, milestones, shared memories…and in my opinion we are doing a terrific job. It’s not easy or straightforward, each step brings you further from your past, and it’s not a loss but a stunning enrichment. Having a past, traditions, a cultural and sentimental heritage, it’s a great backbone. And even if each single step brings me far away from my childhood home…how could I forget a path that’s carved in my heart?

The last period has not been easy, memories are golden but so far from real, they are so sweet to grab onto and try to avoid real life; crying on Christmas Eve for half day, instead of enjoying the day; thinking about Italy and the way your house look like, instead of appreciating how tiny and easy to clean is the new one(this is my Mum thinking!)…just to make a couple of examples.

Thanks to the Gods we do not miss friends and 2015 has been a blast, I must be proud to be exactly where I am. A giant thank you from the bottom of my heart to whoever sent us a thought, a message, found some precious time for a call, there is nothing more special than the time dedicated to our beloved ones.

Now I am ready to fight my way into this New Year.

Italiano

Panta rei significa tutto scorre, che in un certo senso è un po’ la scoperta dell’acqua calda(la mia professoressa di filosofia potrebbe salire su aereo e venire ad uccidermi per una dichiarazione simile). Se volessi ricordarmi di essere un chimico, è tutta una questione di entropia. L’entropia è una misura del disordine di un sistema e il secondo principio della termodinamica professa che l’entropia di un sistema isolato può solo aumentare.

La nostra vita è destinata ad acquisire complessità, la nostra esistenza è guidata da una forza intangibile che reca in sé instabilità, sorprese, successione continua di distruzione e costruzione. Che io lo voglia o no. L’ultimo mese è stata una rappresentazione compressa di tutto ciò(magari gli ultimi due). Cercare casa, trovare indirizzo probabile, decidere in maniera affrettata di traslare casa, travasare casa nelle scatole, ristabilire casa in uno spazio straniero(che da quando l’avevi trovata a quando ti sei trasferito ovviamente ti sei scordato il colore dei muri e la dimensione delle stanze). Celebrare il Natale, che non è niente di nuovo, ma farlo in estate aggiunge tutto un altro sapore. Onorare le feste e inventarsele di nuovo con in testa tutto il vissuto e davanti il nuovo mondo. 

Tutto cambia, tutto scorre, costruire è una reazione endotermica, cioè un atto volontario che richiede tante energie, non viene spontaneo, richiede coraggio, non sai mai quale sarà il prodotto delle tue azioni, ma devi provarci perché l’essenza del tutto è andare avanti.

Ci stiamo inventando un mondo nuovo e una vita nuova, con abitudini diverse, riti, pietre miliari, ricordi condivisi e mediati da retroterra culturali lontani mille miglia, e secondo me stiamo facendo un ottimo lavoro(tanto per citare il mio Orso quando giustifica la sua baldanza, se fossi modesta sarei perfetta…). Non è un processo semplice. Avere il coraggio di guardare avanti, costruire una storia e una vita nuova, conservando memorie e tradizioni, senza il timore di perderle ma onorandole dentro di te. In fondo un patrimonio sentimentale e culturale non va via ma è una delle risorse più preziose che io possa desiderare. E’ una ricchezza immensa che siede dentro di me e mi sostiene nel guardare avanti, e per quanto ogni passo avanti mi spinga sempre più lontano, la strada di casa ce l’ho scolpita nel cuore.

L’ultimo periodo non è stato una passeggiata, è molto più facile guardare indietro(tutto si tinge di una luce soffusa e dorata nella nostra memoria dopo un po’ e gli spigoli scompaiono) che andare avanti a passo spedito a volte; piangere la Vigilia di Natale per mezza giornata, piuttosto che rimboccarsi le maniche e passare la giornata divertendosi, pensare a casa in Italia e disperarsi che qui una casa come si deve, costruita in un certo modo, siamo ben lontani dall’abitarla, piuttosto che apprezzare i pro di un posto piccolo ( la mamma sarebbe molto soddisfatta di quanto sia facile da pulire…).

Ma per fortuna gli affetti non ci mancano e oggi posso dire che il 2015 si è concluso in bellezza, che sono davvero orgogliosa di essere dove sono. Grazie a tutti quelli che mi hanno pensata, scritto, mandato messaggi, trovato del tempo per una video-chiamata, non c’è cosa più speciale del tempo dedicato a chi vogliamo bene.

Ora sono pronta per iniziare ad affrontare questo nuovo anno.

We_Can_Do_It!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s