Driving along Acheron Road

This is not the beginning of one of my hikes but the ned of our road, high in the mountains, on gravel, only two souls around, me, Bear and a Japanese city car.
This is not the beginning of one of my hikes but the end of our road, high in the mountains, on gravel, no souls around, me, Bear and a Japanese city car.                                                           Potrebbe sembrare l’inizio di una delle mie camminate e invece no, questa è stata la fine della nostra strada quel giorno, strada rigorosamente non asfaltata, in alta montagna, io, Orso e la mia city car nipponica.

Here is why Acheron Road is special and got me thunderstruck.

La storia di quel weekend in cui ci trovammo a guidare lungo Acheron Road e il perché sono qui a scriverne.

…e continua in Italiano

New Zealand on the world map might look like a tiny country, specially if you look at Australia sitting nearby across the water, but it’s not. I tried to put some numbers down to get a better idea, comparing Italy and New Zealand. If you compare the extension of New Zealand land with Italian one you have a stunning 90%, it means that New Zealand is slightly smaller than Italy but not that much. The true shock comes counting inhabitants, we are around 4 millions…like Rome and its surroundings, not crowded at all. Maybe you can start to figure out why here you can drive for hours and hours without crossing any human contribution.

Few weekends ago we were in Hamner Springs. It is a small town nearby Christchurch, inland, surrounded by mountains, with a thermal center.

We were trying to hike Conical Hill, an easy hike that overlooks the valley, quite popular, starting just at the end of a main road. Logging operations in progress cancelled our plan. Looking at the map we try to find a different way to get there. We get out-of-town and start going up on Clarence Valley Road, the road doesn’t end and we become curious, gravel road, on the mountain side, no barriers, narrow and stunning.

Without any expectation we find ourselves in the Canterbury High Country region. This road keeps going for more than hundred kilometres between beautiful valleys, cattle grazing, snowy peaks startling you from unexpected corners, peaceful scenery and old settlements. Human presence goes back many decades(hundreds of years if we look at Maori) and people was here, exploring, building homesteads, making a living despite the isolation, the difficulties, the hardship of winter. The DOC document on the area can be found HERE.

When I find myself in these places I cannot stop wondering about the explorers, the life conditions, the feelings and dreams of men and women living the frontier. I hope the photos give you an idea on how isolated and wide this area is. I would love to go back(with a different car) and drive through the whole region.

Thank you for reading.

Photos

Italiano

Sulla mappa la Nuova Zelanda non sembra poi un gran paese e per grande intendo vasto, avere l’Australia come vicina di casa farebbe sembrare chiunque una mosca, a confronto. Ma se faccio un po’ di ricerche e paragono Italia e Nuova Zelanda, arrivo a un numero interessante, per estensione la Terra di Mezzo è all’incirca il 90% del Bel Paese. Tutti sanno che qui ci sono più pecore che abitanti, ma quanti? All’incirca qui siamo sui 4 milioni, più o meno come Roma e dintorni. Con questi numeri in testa potete capire quanto sia facile guidare per ore e incrociare a malapena un distributore di benzina. Sviluppo e insediamenti naturalmente accadono lungo le coste, ma cosa succede all’interno, nelle regione centrali?

Inizio a suonare come Discovery Channel…perdono! Voglio condividere le impressioni che ho avuto qualche settimana fa quando abbiamo passato alcuni giorni ad Hamner Springs. Paesino termale, si trova ai piedi di una valle, circondato da montagne, verso Christchurch, quindi più di tre ore a Sud rispetto a noi.

Quella mattina volevamo arrivare in cima a Conical Hill, una passeggiata breve, vicina al centro del paese. che dovrebbe offrirti una buona visuale della vallata. Purtroppo il sentiero principale risulta chiuso per lavori. Mappa alla mano (devo scrivervi ancora di una delle ultime escursioni e quanto educativa sia stata quell’esperienza per le mappe…) cerchiamo una via alternativa. La via alternativa si trasforma presto in una strada sterrata, in salita, strettina, che sale tenace lungo il fianco della montagna. La strada sembra continuare e continuare e salire sempre di più, noi diventiamo piuttosto curiosi e decidiamo di rischiare. La mia macchinina è dubbiosa ma le condizioni non sono terribili.

Gli orizzonti si ampliano e all’improvviso ci troviamo in quella che qui viene chiamata “Canterbury High Country” o anche Molesworth Station. E’ una regione vera e propria, centinaia di chilometri di strada sterrata, picchi, pascoli a perdita d’occhio, fiumi che scorrono pigri e antichi insediamenti.

La storia esatta dell’area la puoi trovare QUI, in inglese, ovviamente dal sito del DOC.

Pensare che più o meno 150 anni fa qui iniziavano i primi insediamenti, che uomini e donne costruivano fattorie autosufficienti e riponevano le loro speranze in questa terra inesplorata, in mezzo al nulla, lontani da tutto, senza arrendersi, credendoci giorno dopo giorno, mi affascina.

Grazie per essere qui con me!

Photos

I am not sure you can work out what it is
I am not sure you can work out what it is. There is a river in the middle and no bridge, this is like a hipline with a platform, so you can cross the river.                                                                                 Non so se riuscite a capire cosa sia, in pratica abbiamo un fiume, niente ponte e una specie di traliccio con sedile agganciato che ti permette di arrivare dall’altra parte.
Autumn colours in the high country. I colori dell'autunno in alta montagna.
Autumn colours in the high country.
I colori dell’autunno in alta montagna.

IMG_3637 IMG_3641

Endless horizons. Orizzonti infiniti.
Endless horizons.
Orizzonti infiniti.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s